Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]


World Technology Award per il prof. Ignazio Ciufolini

Il professor Ignazio Ciufolini, del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento, e il professor Antonio Paolozzi, dell’Università “La Sapienza” di Roma, hanno ottenuto una nomination per il World Technology Award nella categoria “Spazio” per l’ideazione, la progettazione e il lancio del satellite Lares con il lanciatore Vega. Il World Technology Award è un premio di rilevanza internazionale sponsorizzato tra gli altri da Time, Fortune, Science e CNN, ed è rivolto a personalità che hanno dimostrato capacità di innovazione e di “influenza” nei rispettivi campi di riferimento (tra le altre nomination, per esempio, ci sono Peter Higgs e Renzo Piano).

La cerimonia di premiazione è in programma il 15 novembre a New York, presso il Time Conference Center, a conclusione della due giorni del World Technology Summit al Time & Life Building.
 


Vista nel contesto »

Un'idea del dipartimento: AVR Med vince la start Cup Puglia 2013

“AVR Med”, un’idea nata dall’esperienza dell’Augmented and Virtual Reality Laboratory (AVR Lab) del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, ha vinto la Start Cup Puglia 2013 nel settore “Life Science”.
Il Laboratorio, di cui è responsabile scientifico il professor Lucio Tommaso De Paolis, lavora nello sviluppo di sistemi basati sulle tecnologie della “Realtà Virtuale” e della “Realtà Aumentata” in medicina e chirurgia. Negli ultimi dieci anni, l'AVR Lab è stato coinvolto in progetti che, utilizzando tali tecnologie, hanno portato allo sviluppo di simulatori virtuali per il training chirurgico, di applicazioni per la pianificazione chirurgica preoperatoria e il supporto nella fase chirurgica intraoperatoria.
Con questo premio, pari a 10mila euro, si potrà avviare uno spin-off ospitato probabilmente nei locali del DReAM, il “Laboratorio Diffuso di Ricerca Interdisciplinare Applicata alla Medicina” nato da una convenzione tra l’Ateneo salentino e la ASL Lecce.
Il sistema AVR Med, basato appunto sulle tecnologie della “Realtà Virtuale” e della “Realtà Aumentata”, permette il miglioramento delle prestazioni del chirurgo attraverso la visualizzazione aumentata delle strutture anatomiche e l’interazione con i modelli virtuali degli organi del paziente realizzati dalle immagini mediche del paziente stesso.

Per approfondimenti si veda l'articolo su


Vista nel contesto »

Video Virtus

Video Virtus

Video Virtus

VIRTUAL-FORMULA: LA SQUADRA UNISALENTO VINCE UNA IMPORTANTE COMPETIZIONE INTERNAZIONALE

Il gruppo “VI-RTUS - VIrtual Racing Team Università del Salento” della Facoltà di Ingegneria dell’Ateneo salentino ha vinto la competizione internazionale Virtual-Formula organizzata dalla VI-Grade, azienda leader nella realizzazione di prototipi virtuali di veicoli. La gara, alla quale hanno partecipato più di 100 team da tutto il mondo, premia il gruppo che riesce a ottimizzare le prestazioni di una vettura da corsa virtuale minimizzando il tempo di giro.

Un successo firmato da Alessandro Rucco, dottorando di Ingegneria dell’Informazione, e da Emanuele Pallara e Alberto Franza, studenti di Ingegneria Meccanica, sotto la guida del professor Giuseppe Notarstefano, a soli tre anni dalla prima partecipazione alla prestigiosa competizione. Se nel 2009, infatti, il team UniSalento si classificò sesto (e terzo degli italiani), quest’anno è riuscito a strappare lo scettro al gruppo di Ingegneria dell’Autoveicolo del Politecnico di Torino, che aveva vinto la gara negli ultimi due anni.La premiazione nei giorni scorsi a Marburgo, in Germania, nel corso della “VI-Grade 5th International users conference”: una vera e propria “vetrina” per l’Università del Salento, per il gruppo di ricerca Controllo Ottimizzazione e Robotica e, naturalmente, per i ragazzi.

 «Siamo stati premiati dall’ingegner Giorgio Stirano, fondatore di Albatech Monaco e co-progettista in Formula 1», racconta Alessandro Rucco, «che si è congratulato di persona incoraggiandoci a proporre nuovi strumenti e metodologie. Molti dei presenti si sono detti impressionati dal tempo sul giro (lap-time) che abbiamo raggiunto, distanziando di circa un secondo il team secondo classificato, dell’Università di Brescia, che vanta numerose collaborazioni con aziende automobilistiche».

«Questo successo», sottolinea il professor Notarstefano, «è il frutto dell'attività di ricerca sull’ottimizzazione delle prestazioni di veicoli condotta dal nostro gruppo, e in particolare da Alessandro durante il suo dottorato, negli ultimi anni. L’obiettivo della partecipazione a questa competizione era dimostrare alle aziende del settore che svolgiamo ricerca di qualità e, viste le reazioni, credo che ci siamo riusciti. Ora il prossimo passo sarà attivare delle collaborazioni con alcune delle aziende leader del settore per portare queste tecniche a diventare dei veri prodotti. I primi contatti ci sono già stati. Speriamo bene».

Tra le aziende presenti alla conferenza: Audi AG, Automobili Lamborghini SpA, BMW Group, Brembo SpA, dSPACE GmbH, Ducati Motor Handling SpA, Ferrari SpA, Honda R&D, Porsche e TNO.

 


Vista nel contesto »

Il premio “Distinguished Young Investigator Award 2012”

Dato a Laura De Lorenzis vedi articolo su Bollettino di Ateneo n.4/5 di aprile-maggio 2012


Vista nel contesto »